Il web smentisce i sondaggi: al ballottaggio Raggi e Meloni

Chi vincerà le prossime elezioni a Roma? Stando agli ultimi sondaggi ufficiali, realizzati da Demos e pubblicati su Repubblica lo scorso 20 maggio, la candidata dei 5 stelle sarebbe la favorita. Virginia Raggi si attesterebbe, infatti, al 30,5%, conquistando senza problemi il passaggio al secondo turno. Il suo sfidante diretto potrebbe essere Roberto Giachetti che, con il suo 24,5%, supererebbe di poco Giorgia Meloni, ferma al 23,1%. Dietro si posizionerebbero, infine, tutti gli altri candidati: Alfio Marchini, con l’11,4%, e Stefano Fassina che potrebbe raggiungere la soglia dell’8,1%.
Si sa, tuttavia, che i sondaggi non sono mai stati sinonimo di certezza. Basti ricordare le elezioni europee del 2014, dove gli ultimi dati avevano sottostimato di circa 10 punti il risultato del PD. O le precedenti elezioni politiche del 2013, dove il partito di Grillo veniva dato al 16% a fronte del 25% delle preferenze uscite dalle urne.
Un’idea più chiara degli orientamenti degli elettori, può emergere utilizzando alcuni strumenti web che permettono di misurare la reputazione on line e i trend di ricerca degli utenti. Iniziando da Google Trend, è interessante notare come siano variate negli ultimi due mesi le ricerche riguardanti i candidati a Sindaco della Capitale.

google trends

Dal grafico emerge chiaramente che le ricerche dei cittadini romani si sono concentrate soprattutto su Virginia Raggi (giallo) e Giorgia Meloni (verde). Fa eccezione, tuttavia, il risultato ottenuto da Alfio Marchini (viola) il 28 aprile. L’imprenditore romano ha, infatti, beneficiato per alcuni giorni dell’endorsment ricevuto da Silvio Berlusconi, per attestarsi, poi, al di sotto dei primi due candidati. Anche il nome Fassina (rosso) ha fatto registrare tre picchi di ricerca. Partendo da una situazione di quasi anonimato, l’ex deputato del Pd ha, infatti, raggiunto la sua massima visibilità in occasione del caso “lista elettorale”, che si è sviluppato in tre atti: esclusione da parte della commissione comunale (8 maggio), conferma dell’esclusione da parte del Tar (13 maggio), riammissione della lista decretata dal Consiglio di Stato (16 maggio). Per quando riguarda, infine, il candidato del Pd Roberto Giachetti le percentuali di ricerca si attestano al penultimo posto, anche se negli ultimi giorni di maggio il trend è aumentato.

Cosa succede nel mondo dei social network? uno strumento utile per analizzare la presenza dei candidati su twitter è TweetChup. Questo tool gratuito permette, infatti, di valutare la capacità di influenza di ogni candidato, misurando i suoi followers, le percentuali di “retweet” e di “mi piace” nelle ultime due settimane, i tweet che hanno avuto più successo e molto altro.

Per quanto riguarda @GiorgiaMeloni, la candidata sponsorizzata da Matteo Salvini vanta su twitter un elevato numero di follower, 263 mila per la precisione. Il dato è probabilmente influenzato dalla visibilità nazionale della politica romana, che prima ha ricoperto il ruolo di Ministro della Gioventù nel quarto Governo Berlusconi e , poi, è stata nominata presidente di Fratelli d’Italia. @GiorgiaMeloni, inoltre, ha scritto dal 19 maggio ad oggi una madia di 8,3 tweet al giorno, con il 100% di retweet e l’85% di “mi piace”. Questo, infine, è il suo tweet più popolare, in sintonia con le parole d’ordine del leader leghista.

Molti meno follower ha, invece, la sua diretta concorrente @virginiaraggi. La candidata del Movimento 5 Stelle ha, infatti, solo 27900 follower con una media di circa 7 tweet al giorno, nelle ultime due settimane, il 100% di retweet e l’ 83,3% di mi piace. Nonostante i pochi follower, il suo tweet più apprezzato è stato retweettato 499 volte e ha ottenuto 691 mi piace, dimostrando di avere molti sostenitori attivi sulla rete (un’ottima cassa di risonanza).

L’altro sfidante di punta è @bobogiac che su twitter può contare su 50500 follower. Il candidato del PD non è sicuramente uno scrittore generoso, essendosi fermato ad una media di 2,5 tweet al giorno dal 19 maggio a oggi. Buoni sono, comunque, i dati sotto il profilo dei retweet 100% e dei mi piace 80%. Oltre al tweet dedicato a Marco Pannella, il tweet che ha riscosso più successo è stato, infine, quello che ha lanciato il suo ultimo spot elettorale.

@Alfio_Marchini non è di certo una Tweet Star. L’imprenditore romano ha, infatti, solo 16300 follower, con una media di 4,6 tweet al giorno, nelle ultime due settimane, con il 100% di retweet e appena il 35,4% di mi piace. Lo scarso interesse degli utenti di twitter nei confronti del candidato di centro destra, si rispecchia anche sui suoi tweet: ecco quello che si è aggiudicato più retweet

@StefanoFassina si pone, infine, al secondo posto nella classifica dei candidati più seguiti su twitter, con ben 119000 follower. Il candidato della sinistra ha fatto nelle ultime due settimane una media di 9,6 tweet al giorno, con il 100% di retweet e il 47% di mi piace. Il suo tweet più apprezzato è stato, poi, quello contro il Governo Renzi, confermando di privilegiare l’elettorato scontento del PD.

Guardiamo ora Facebook, il principale social network utilizzato dagli utenti della rete. Il tool che abbiamo utilizzato per analizzare la presenza dei candidati sulla piattaforma creata da Mark Zuckerberg è Fanpage Karma. Questo strumento permette di comparare tra loro più Pagine Facebook, fornendo statistiche interessanti sul livello di coinvolgimento dei fan, sui post di successo e molto altro.
Come si può vedere da questa immagine,anche su Facebook Giorgia Meloni è la candidata con la fanbase più ampia. I suoi fan sono, infatti, 581.913, a fronte dei 152.222 di Virginia Raggi, dei 30.598 di Roberto Giachetti, dei 45.809 di Alfio Marchini e dei 27.089 di Stefano Fassina.

comparazione pagine

Per quanto riguarda l’engagement (coinvolgimento degli utenti) generato dalle pagine è interessante notare l’ottimo risultato di Roberto Giachetti (21%) seguito a distanza da Virginia Raggi (12%).

Se, invece, guardiamo le reazioni e i commenti singoli post (foto qui sotto) la partita si riduce, nuovamente, ad un duello a due tra Giorgia Meloni e Virginia Raggi.

reactions

Stesso risultato emerge dalla misurazione dei post che hanno ricevuto più like e condivisioni, dove le protagoniste sono sempre la candidata del Movimento 5 Stelle e quella di Fratelli d’Italia.

post facebook

Da ultimo ecco il wordcloud degli hashtag utilizzati dai vari candidati. Quelle in verde sono le frasi che hanno creato più engagment, generando condivisioni e,quindi, passa parola. Anche qui gli #hashtag più utilizzati dagli utenti facebook sono stati quelli di Virginia Raggi (#coRAGGIo e #ilSindacoCheTiServe) e di Giorgia Meloni (#questaèRoma e #PilloleDiProgramma).

hashtag.png

Sulla rete, in definitiva, non sembrano esserci dubbi: i candidati che si sfideranno al ballottaggio dovrebbero essere Virginia Raggi e Giorgia Meloni. Anche in questo caso, come per i sondaggi, è doveroso usare il condizionale. E’, infatti, vero che Giorgia Meloni è la candidata con più seguaci su Facebook e Twitter, ma, avendo ricoperto incarichi di rilevanza nazionale, non è detto che tutti i suoi fan siano residenti a Roma. Stessa cosa si può dire per Virginia Raggi che è sicuramente la candidata con l’engagment più alto. L’esponente del M5S sfrutta, tuttavia, la presenza massiccia degli attivisti del suo partito sul web che, però, potrebbe non trasformarsi in voti nelle urne. Più in generale, poi, bisogna sottolineare che non tutti i cittadini usano i social network e molti utenti attivi hanno meno di 18 anni, quindi non possono votare. L’ultima parola, comunque, spetta agli elettori e l’unico modo per passare dalle previsioni alla realtà è attendere il 6 giugno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...